Discussione
Immagine non disponibile.   CURA DELLA VITILIGINE CON OMEOPATIA E FITOTERAPIA
(VITILIGINE > Terapie alternative)
rosyblu
Anche io sto guarendo con la omeopatia. La risposta alle gocce sono apparse dopo 6 mesi. Prima ho provato con lampada Uvb in Ospedale. adesso me risulta macchie su viso scure in seguito lampada. Ho fatto 2 cicli di 18 sedute, senza risposta. Il mio Omeopata è laureato in Psichiatria. Prendo 10 gocce 3x giorno. Adesso non sento più nervoso, angoscia e paura. la ricetta è personalizzata.
(venerdì 5 ottobre 2012 alle ore 07:51)


Immagine non disponibile.
massy81
Ciao Rosyblu, mi potresti per favore dare il nome del tuo omeopata? In passato ho provato anch'io una cura omeopatica e mi piacerebbe riprovare.
Grazie
(lunedì 8 ottobre 2012 alle ore 19:30)
Immagine non disponibile.
rosyblu
Ciao Massy81,
segue la formula: Thuya, Sumbulus, Arsenico Sulp, Arnica Mont. Le dosi sono personalizzate, dipende del tuo Omeopata.
(sabato 13 ottobre 2012 alle ore 00:53)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao, oggi visita dal mio dottore di fiducia che non vedevo da vari anni. E' un dottore che anni fa mi ha sistemato gravi problemi di pancia dopo innumerevoli tentativi falliti da altri. E' un medico chirurgo specializzato in medicina interna. Usa kinesiologia come diagnosi e omeopatia, fitoterapia, dieta e agopuntura (a volte) e idrocolon terapia come terapie. Insomma uno che secondo me ne sa. Sono venute fuori cose interessanti. Le riporto qua. Poi che ci si creda o no sono considerazioni personali:

- Mi ha testato dei prodotti che ha di Microimmunoterapia Omeopatica (MIC) e ha rilevato che su di me non servono.
- Dice che come ormai la maggior parte delle persone ho una sensitivita' al glutine (Glutin Sensitivity). Non e' una allergia, ed e' ristretta solo al glutine del frumento che presenta una sensitivita' di 4 su 4. Questo influenza la risposta melanocitica
- Di conseguenza come ipotizza il Dr americano dei video (Dr Jerry Weber) il mio Digiuno Intestinale e' infiammato e questo comporta una risposta immunitaria sbagliata.
- Sono leggermente intollerante ai latticini e al maiale, ma solamente una sensitivita' di 1 su 4 quindi niente di grave.
- A parte le intolleranze che ho, ci sono delle buone regola da seguire nell'alimentazione in base al gruppo sanguigno. Ogni gruppo sanguigno ha particolari cibi a cui e' piu sensibile di altri, il frumento in generale e' cattivo per chi come me ha gruppo A positivo. Queste liste si trovano anche facilmente in rete.
- Approva la cura di Casarotti ma dice che gli si potrebbe dare una spintarella per velocizzarla
- Dice che i test muscolari fatti al telefono non sono una baggianata e che spesso li fa anche lui. Dice che in seminari in giro per il mondo ha conosciuto medici che tiravano fuori squilibri ai pazienti solo a guardarli.
- Dice che il dottore americano dei video (Dr Jerry Weber) forse e' piu esperto di lui a livello di tirare fuori squilibri cellulari nel melanocita (ad esempio squilibri tra zinco e rame), quindi suggerisce di non scartare l'ipotesi di sentire pure lui.
- Dice che la idrocolon terapia non mi serve, le medicine di Casarotti mi stanno gia pulendo il colon bene.
- Dice che ho uno stress ossidativo leggerissimamente alto ma niente di particolare (questo e' stato provato anche da esame fatto in farmacia)
- Dice che non e' specialista in vitiligine, non promette guarigione ma promette che la cura di casarotti con la sua cura e volendo affiancandogli anche quella del Dr Weber viene velocizzata. Ha pure testato la durata: cura Casarotti seguendo la dieta 7 anni. Cura Casarotti senza seguire la dieta: 9 anni. Cura Casarotti seguendo la dieta e affiancandogli la sua cura e quella del Dr Weber: 5 anni (cioe' un anno da ora).
- Dice che non serve che tolga le amalgame dentarie e che non presento intossicazioni da metalli pesanti

Durata visita: 2 ore piene. Costo 140€. Mi ha prescritto dieta escludendo frumento e dei prodotti per qualche mese che non ha senso che elenchi in quanto sono diversi da paziente a paziente anche se si presentano le stesse patologie. Comunque non ho nessun problema ad elencarveli se volete.

Ciao
(martedì 23 ottobre 2012 alle ore 13:51)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Ciao Dude,
devo farti alcune domande:
- come ha verificato l'intossicazione da metali pesanti?
- quando mangi frumento/grano che tipo di reazione hai?
- quali sono gli alimenti correlati al frumento che ti ha escluso? (non tutti che sono personali, solo quelli collegati alla Gluten Sensitivity)
- dal momento che ha sentito parlare da te per la prima volta del Dr. Weber, come ha fatto a sapere che la terapia di Weber velocizza la guarigione di 2 anni? (e non 1 opp 3?)Su quante persone ha verificato questo dato? (2 anni).
Poi, se vuoi, ti dirò le mie personali considerazioni.
(martedì 23 ottobre 2012 alle ore 14:54)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao Micky,
- Con il test kinesiologico muscolare mettendomi a contatti con vari tipi di metalli
- Nel breve tempo non ho nessuna reazione ma nel background questi alimenti alimentano piano piano l'infiammazione del Digiuno
- Frumento in tutte le sue forme. Altri alimenti che hanno glutine non ci sono problemi
- Me lo ha testato il dr Bruni sempre con il test muscolare kinesiologico, mi ha fatto concentrare slla cura Casarotti e messo in contatto con le sue medicine, poi mi ha avvicinato a degli alimenti cattivi e poi tirati via. Poi mi ha avvicinato al frumento e tirato via. Poi mi ha avvicinato a delle erbe in generale (un cassetto con un migliaio senza individuare quella giusta) e ha rilevato dalla mia risposta muscolare quale anno da 1 a 10 corrispondeva alla risposta muscolare piu forte. Ovviamente io non facevo nessun movimento stavo rilassato. In parole da profano, questo e' il principio della kinesiologia.
ciao
(martedì 23 ottobre 2012 alle ore 16:59)
Immagine non disponibile.
dude
Maggiori dettagli da Dr Weber su cosa scatena la vitiligine, per chi fosse interessato:
========================================================
Roberto,

I really like this doctor - Dr. Bruni who you are working with. The one observation he made was that your jejenum is inflamed and you have divestive issues. Both of these facts lead down the path of my protocol. Also, Dr. Bruni is absolutely correct about gluten which is most of the wheat today. If you have a gluten or gliadin allergy, sensitivity or intolerance, all of these will irritate the jejenum which causes inflammation and tissue damage in the crypts of the jejenum and the lining of the jejenum.
When this situation becomes chronic and bad enough it triggers the immune system, which eventually turns into an auto-immune system over reaction and one of the areas that these auto-antibodies (tranglutaminase being one), attack is the melanocyte cells and consequently Vitiligo will manifest.
Not all Vitiligo is auto-immune system though. Or there can also be more imbalances besides the immune system attack. It can be receptor site problems caused by parasite or toxins, nutritional imbalances causes by many differ reasons, cell membrane impermeability.

As per your questions, I am checking on being able to mail you products. There are a few companies I use. I do not make any of own products. Every product that I choose to use must pass a muscle test for the highest vibration of perfect health, has to test free of all toxins.
The main lines of products I use are:
Precision Herbs
Loomis Formulations
Ortho MolecularNutrition

My consultation is normally 75 US Dollars.

I hope this has helped some. Again, just let us know how we can help you.

Dr. Jerry Weber, N.D.
(mercoledì 24 ottobre 2012 alle ore 10:53)
Immagine non disponibile.
dude
Riassumendo dice che le intolleranze o sensibilita' alimentari (quali al glutine o alla gliadina che e' una proteina contenuta in esso, o anche verso altri alimenti) portano a una infiammazione del digiuno (jejnum) che con il tempo irrita e danneggia sia il suo rivestimento che il suo interno. Col tempo questo attiva gli anticorpi che cercano di ripararlo e questo porta pure che gli anticorpi (ad esempio tranglutaminasi) attacchino il corpo stesso e distruggano i melanociti. Poi dice che comunque NON TUTTE LE VITILIGINI sono di natura autoimmune, possono esserci cause di parassiti/tossine, squilibri e impermeabilita' della cellula melanocitica. Altre volte possono esserci degli squilibri tra il zinco e il rame presente nel melanocita, che per funzionare necessita di un equilibrio tra i due.
(mercoledì 24 ottobre 2012 alle ore 12:23)
Avatar_20160325232234.jpg
tempista
Dude,
sulla parte che riguarda Parassiti/Tossine sono d'accordo. Le mie modestissime ricerche hanno portato ad un lievito, la Candida Albicans e ritengo che vi sia un particolare ceppo (è una mia ipotesi), che non è ancora stato catalogato che si passerebbe di generazione in generazione (non ho ancora capito quali sarebbero i meccanismi di trasmissione) che riuscirebbe ad ampliarsi in maniera opportunistica in concomitanza con altri problemi quali stress, allergie e cattiva alimentazione. Non parlo della normale Candida Albican ma di un ceppo al momento non individuabile e diagnosticabile. La Boroch redo abbia capito molto in merito.
(mercoledì 24 ottobre 2012 alle ore 15:02)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Ciao Dude,
in questo mare di informazione, che spesso ci "travolge", volevo condividere con te almeno due cose che per me sono assolute certezze (sul resto non mi esprimo per non conoscenza delle cose):
Gluten Sensitivity:
Contrariamente a quanto emerso dal test/detto dal dottore, la Gluten Sensitivy riguarda (come del resto dice il nome) una sensibilità al glutine (più precisamente ad una proteina contenuta nel glutine) a prescindere dal cereale che la contiene: che sia farro, frumento, segale, kamut…la reazione del corpo/intestino sempre quella è. Ti ho chiesto se avevi delle reazioni “evidenti” perché volevo farti fare una prova da te: bastava assumere ad es un po’ di Kamut, che contiene glutine, ma non è frumento ed in particolare non ha subito le contaminazioni della moderna agricoltura, in modo che potevi verificare di persona quanto di sto dicendo (io ormai credo solo a ciò che sperimento in prima persona!). Dal momento che hai solo reazioni in background, dovrai credere sulla parola a me (che, ahimè, avendo reazioni “evidenti”…ho potuto sperimentarlo in prima persona), al dottore che per primo l’ha scoperta in USA (è lo stesso che sta testando una sorta di pillola-vaccino), nonché a tutti i pazienti celiaci (http://www.celiachia.it/HOME/HomePage.aspx ) (la celiachia è una estremizzazione della Gluten Sensitivity) che devono evitare TUTTI i cereali contenti glutine. Chi ha la sensibilità al glutine, ce l’ha, appunto, al glutine, a prescindere quindi, ahimè!, da quale cereale lo contenga.
Quindi delle due l’una: O hai la Gluten Sensitiviy, e quindi contrariamente a quanto emerso dal test/detto dal dottore devi evitare TUTTI gli alimenti contenti glutine, O, se puoi mangiare gli altri cereali, allora NON hai la Gluten Sensitity: in entrambi i casi, quindi, quanto emerso dal test/detto dal dottore non è corretto.
Aggiungo, inoltre, che se non hai “evidenti” problemi intestinali, sospendere un alimento solo per una possibile con-causa con la vitiligine, non esiste cosa peggiore che tu possa fare, in particolare poi proprio per il grano, che perché perdi gli enzimi per digerirlo, e poi per reintrodurlo sono dolori! Oggi infatti per desensibilizzare una persona si tende ad andare sempre di più verso le “diete a rotazione”, ed evitare “ad esclusione”, anche nei casi più gravi di intolleranze (e non mi sembra il tuo, visto che dici di non avere reazioni evidenti). Quanto all’impatto sulla vitiligine poi, io sono due anni senza glutine (per “evidenti” problemi digestivi), e finora non ho visto miracoli (sul fronte della vitiligine intendo).

Test Kinesiologico per telefono:
Premesso che posso tranquillamente credere che le onde elettriche dei nostri muscoli sono una risultanza dello stato di alcuni nostri organi interni (questo dice la Kinesiologia), è però fuor di dubbio che la nostra voce è la risultanza di onde meccaniche (quindi ben diverse dalle onde elettriche, sono due cose completamente diverse), e per di più onde meccaniche emesse da un altro organo (polmoni-gola). Quindi è un po’ come se, per capire se uno sappia giocare bene a calcio, gli dicessi: ”Fai due tiri a canestro?” Sono due “centri” molto diversi, e per di più uno richiede abilità di un certo arto (i piedi), l’altro di altri (le mani). Infatti Totti è una schiappa a palla-canestro, mentre Del Piero se la cava bene, pur essendo entrambi ottimi calciatori. Tutto questo per dire che non c’è alcuna correlazione fra le due cose, cosi come non vi è tra due tipi di onde diversissime (elettriche e meccaniche), per di più emesse da organi diversi (muscoli e i polmoni) Tra l’altro ho fatto un po’ di ricerche, e mi risulta che la Kinesiologa preveda il test dei muscoli, ma da nessuna parte finora ho letto di un test della voce…. Se poi aggiungi che questa onda meccanica, prodotta pure da un organo diverso, viene pure de-composta e ri-composta da tutta “l’attrezzatura” sottostante il funzionamento del telefono (non scendo in dettagli su questo), capisci bene come si sia persa totalmente qualunque già improbabile correlazione!

In sintesi, quindi, il background teorico che si è cercato di dare alla terapia, è quantomeno lacunoso ed incorretto in alcuni punti salienti. Ciò non toglie, ovviamente, che la terapia possa funzionare ugualmente, ci sono tante cose in natura che “funzionano” empiricamente anche se non si è capito bene il sottostante (e viceversa, ci sono tante cose di cui si è teorizzato l’esistenza, per poi essere scoperta solo molto tempo dopo, il bosone di Higgs è l’ultima più clamorosa).
Quindi il consiglio che mi sento di darti è: segui la terapia del dottore, con assoluta convinzione, per i bei 6/8 mesi e vedi come va…se funziona, insisti, se no dirotta su altro….ma sia che funzioni sia che no, lascia perdere le spiegazioni teoriche che ti stanno dando perché su questo, mi sembra ormai evidente a chiunque lo voglia vedere, che ci sono… come dire, delle grossolane incorrettezze.

Approfitto del post, per aggiungere un commento all’ultima mail del Dr. Weber.
La “Cell membrane impermeabilità”, citata dal Dr. Weber, detta Sindrome della Permeabilità Intestinale (o “Leaky Gut Sindrome”) è una cosa conosciuta sin dagli anni ’70 (a me è stata diagnostica nel lontano 1974, alla tenera età di tre mesi), per cui nulla di nuovo/ignoto su questo fronte.

Scusate la lunghezza, compenserò stando zitto per un pò.
(mercoledì 24 ottobre 2012 alle ore 15:58)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao Micky.
Fammi fare mente locale. Allora il Doc mi ha detto che ormai quasi tutti hanno un certo livello di Gluten Sensitivity, ce l'ho anche io ma l'alimento che mi fa più male è il frumento per il quale ho una intolleranza forte. Il glutine contenente in altri cereali posso mangiarlo. Se avessi sensibilità forte o intolleranza verso il glutine potrei mangiare solo mais, riso, grano saraceno, tapioca , quinoa, amaranto, soia e miglio. Quindi secondo me il concetto che uno o e' Gluten Sensitive o non e' Gluten Sensitivity non e' cosi estrema. Penso che uno possa essere un po sensibile, in modo basso e anche temporaneo. Uno può esserlo di più ma non ancora da entrare nell'intolleranza. Uno può essere intollerante e nei casi estremi allergico quindi celiaco.
Sulla fotocopia che mi ha dato, su Frumento c'è scritto "++++" quindi evitare assolutamente e su Glutine c'è scritto "OK". Quindi fare il test del Kamut non ha molto senso e non lo avrebbe nemmeno farlo sul frumento su di me perché su di me non da problemi visibili che lo mangi o no, ma li da nel lungo termine, e allo stesso modo i problemi non spariscono appena lo elimino, devo aspettare qualche mese.

Per la Kinesiologia non lo so, io ho lavorato con vari operatori Kinesiologici in passato e presente, alcuni testavano solo con la persona di fronte, ma mi sembravano meno esperti di altri due che mi testano/mi testavano sia in studio sia per telefono sia con me davanti senza neanche toccarmi. Da ciò che so la kinesiologia testa il subconscio tuo che sa più cose del tuo conscio, ma testa cose che la tua persona sa anche se non è consapevole di saperlo. Non è mica magia, non è che si può testare quali saranno i numeri del lotto.
Per più info bisognerebbe sentire Renza del forum FB che è Kinesiologa.

Poi un'altra cosa che molti mi hanno detto, incluso Casarotti e incluso Bruni e incluso quasi tutti, è di non farmi troppe domande, non attaccarmi troppo ai dettagli, non essere troppo meticoloso, pignolo, fare ricerche su ricerche per vedere se quello che dicono è vero o è in dubbio. Specialmente con Casarotti che una volta dice A e una volta dice quasi A e una volta dice B. Prendere il protocollo di un Dottore nella sua globalità senza appigliarsi a piccoli dettagli. Dicono che i pazienti che guariscono meglio sono quelli che fanno quello che il Dottore gli dice di fare senza ossessionarsi troppo di capirne tutto.
Ciao
(mercoledì 24 ottobre 2012 alle ore 17:40)
Immagine non disponibile.
chiarakaty
ciao a tutti!!
anch'io volevo capirne un pò di più su questo test fatto al telefono...non mi convince!
per quanto riguarda la gluten sensitivity sono d'accordo con micky74: se si tratta di quella va tolto frumento, farro, kamut, segale, orzo e avena, altrimenti si parla di intolleranza al (intesa come sensibilità per sovraccarico) al frumento, e sono due cose ben distinte. Inoltre sono anche d'accordo sulle diete di rotazione..a meno che tu non sia celiaco, non fa bene eliminare completamente un alimento. poi ognuno è libero di fare come meglio crede!
(mercoledì 24 ottobre 2012 alle ore 19:45)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao Chiarakaty, non devo eliminare completamente il frumento per sempre ma eliminarlo del tutto per i primi 3-4 mesi poi introdurlo un pasto alla settimana, poi un giorno, poi due e cosi via fino a che il mio fisico lo ri-digerisce bene. Ho fatto cosi anni fa verso altri alimenti che mi davano molto fastidio ad esempio il lievito. L'ho tirato via poi reintrodotto piano piano e non mi ha piu dato problemi. ciao
(giovedì 25 ottobre 2012 alle ore 00:35)
Immagine non disponibile.
gus93
Anche il mio caso e' interessante in questa discussione. Soffro sia di psoriasi che di vitiligine da 30-40 anni e sono a dieta quasi assoluta aglutinata dal 2007. La psoriasi e' quasi scomparsa a parte un po' sul cuoio capelluto. Sono crollati vari dolori articolari, ai reni. La vitiligine non si e' mossa ma non si e' neanche estesa ulteriormente. Si vede quindi che diversi approcci ai nostri disturbi portano all'intestino. Nel mio caso le analisi non hanno portato ad una diagnosi di celiachia; si vede che appartengo alla classe della "gluten sensitivity". Un saluto a tutti
(giovedì 25 ottobre 2012 alle ore 13:03)
Immagine non disponibile.
chirie
Ciao a tutti. Vorrei qualche informazione in più da Micky sulla sua gluten sensitivity: che sintomi ti dava e chi te l'ha diagnosticata? Devi evitare tutto il glutine come un celiaco, pur non essendo celiaco "dichiarato" (immagino che tu abbia fatto le analisi della celiachia)? Io avevo capito che la gluten sensitiviy era una sorta di "intolleranza" e non di allergia, quindi a piccole dosi si poteva assumere. In particolare so che il frumento contiene più glutine del farro e questo spiegherebbe perchè ad alcune persone il frumento dà fastidio e il farro no. Oppure non ho capito bene? Davvero sospendendo il glutine la tua vitiligine non è migliorata molto? E i sintomi che avevi sono passati?
(giovedì 25 ottobre 2012 alle ore 15:38)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Ciao Chirie,
allora a me tutto è iniziato 4 anni fa, quando a seguito di un cambio casa (per via del venditore molto “rognoso”) ed per alcune vicende private ho avuto un periodo di forte stress che è durato un 8 mesi. A seguito di questo lungo e protratto periodo, ho iniziato prima a stare male di intestino (considera che sono un (ex-)diagnosi di colon irritabile da quando avevo tre mesi) e poi l’estate al mare è comparsa la vitiligine dopo oltre 15 anni di assenza. Per completezza anche a mio fratello ha la stessa sequenza: stress -> irregolarità intestinale-> ricomparsa vitiligine, mentre mio padre (che probabilmente è il “mittente” della predisposizione genetica) ha stress -> irregolarità intestinale-> tagli alle mani (tipo psoriasi sanguinolenta). Nel suo caso c’è anche una conclamata allergia da contatto al Nichel.
Ritornando a me, per quanto riguarda i sintomi intestinali erano: irregolarità intestinale (il maestro Pagano dice che un intestino regolare si deve svuotare almeno un a volta al giorno, ed io oggi sono pienamente d’accordo con lui, mentre io andavo in bagno due giorni no ed uno si), poi tanta aria/meteorismo, senso di pienezza/pancia a pallone ed una stanchezza atavica (la sera tornato a casa mi buttavo sempre sul letto). Per quanto riguarda gli alimenti, vedevo che ogni giorno stavo sempre più peggiorando perché ogni cosa che prima mangiavo, piano piano non mi risultavo più digeribile dando i sintomi di cui sopra. Era come se stavo diventando sempre più intollerante /allergico. Ero arrivato mangiare solo riso in bianco e carne arrostita e nemmeno andava bene. Toccato il fondo, ho deciso di lasciare tutte le cose che normalmente mangiavo e mi sono dato a pasta senza glutine in bianco, verdure (non tutta, ad es. non quelle a foglia larga) e frutta (non tutta, non quelle troppo cariche di zuccheri). Ho azzerato i biscotti e biscottini che mangiavo la sera dopo cena (pessima abitudine), azzerando completamente qualsiasi tipo di zucchero. Come integratori solo dei probiotici della Bromatech. E’ durata 8 mesi esatti la “disintossicazione” e poi piano piano inserivo 1 solo alimento (ad ¼ di dose) e per due giorni vedevo che reazione mi dava. Se ok, la settimana dopo ½ e poi 1 la settimana dopo. Ad oggi ho reintegrato tutto quello che mangiavo prima tranne il Glutine e un tipo di lievito industriale (il carbonato di ammonio). Quindi la diagnosi di sensibilità al glutine all’inizio me la sono fatta da solo (solo un anno dopo sono comparsi in Italia i primi articoli, e qualche mese fa una gastroenterologa dell’Umberto I di Roma me lo ha confermato), ma da allora ho conosciuto altre due ragazze che, sempre da sole, se lo sono diagnosticate (per le donne, da quel che mi dicevano, c’è anche una fase di maggiore ritenzione idrica e di sovrappeso che lo rende anche più facile da notare). Che sia il glutine e non solo il frumento è perché ho provato il Kamut, ma la reazione è la stessa.
Quanto alla dose, è vero che fino ad una certa dose la “tollero” (ad es. con certe marche di pasta riesco a mangiare fino a 40 gr di pasta senza grossi problemi), ma, da quel che ho visto, il reintegro del glutine appunto come dicevo non è affatto semplice primo perché cmq un po’ di irregolarità me la porta (sento proprio dei rumori di “reazione” nella pancia, a prescindere se poi c’è un effetto a livello macroscopico), poi molto dipende dalla qualità del grano (con alcune marche di pasta ho visto che nemmeno uno spaghetto tollero…) per cui per ora preferisco dedicarmi al completo reintegro di altre cose che vedo non mi creano problemi. Il farro non l’ho provato, ma costa quanto la pasta di riso e mais, quindi…è poco utile.
Quanto infine ai miglioramenti, tutti i sintomi di cui sopra sono scomparsi, sono letteralmente nato a nuova vita, e la diagnosi di colon irritabile oggi non mi fa che far sorridere…
Quanto alla vitiligine invece, non ho visto miracoli, nel senso che le macchie “nuove” (cioè comparse tre anni fa) piano piano stanno regredendo con Kellina e Vitix (ma anche in passato sono guarito, e continuavo a mangiare glutine) mentre quelle poche che mi erano rimaste da allora (contorni occhi e punta dita) la stanno, intatte. Io credo che siamo un po’ come un infartuato, qualunque sia la causa iniziale, ora il danno è nel cuore e lì bisogna curarlo (stando attenti ovviamente a non continuare a mantenere accesa la causa), per cui una volta che il danno intestinale è “sfogato” a livello della pelle, la prima cosa è sicuramente “spegnere” l’infiammazione intestinale (e questo lo puoi vedere anche dalla fase della vitiligine se è ferma o progredisce), ma poi anche curarla a livello della pelle, perché ormai il danno molecolare li sta.
In sintesi, cercando una cura per la vitiligine ho trovato una cura per i miei decennali problemi intestinali. Tutto sommato…va bene cosi.
Ciao
(giovedì 25 ottobre 2012 alle ore 17:15)
Immagine non disponibile.
chirie
Grazie per il tuo racconto Micky, è stato davvero molto interessante. Complimenti per il percorso che hai fatto e per la costanza con cui sei riuscito a seguire una terapia "non convenzionale". Già mi immagino tutti che ti dicevano che eri pazzo e che la dieta non serve a niente e che i problemi intestinali derivavano dallo stress, ecc.
Penso che tu abbia centrato il problema. Per come la vedo io la vitiligine nasce da una qualche sorta di intossicazione e questo spiega perchè Casarotti riesce a far regredire la malattia disintossicando l'organismo. E spiega anche perchè con la sua cura non si guarisce completamente: si può guarire solo eliminando la causa che intossica l'organismo che probabilmente non è uguale per tutti i malati. Potrebbe essere qualcosa che parte dall'alimentazione o che comunque è correlato all'alimentazione (ad esempio un parassita che risente di quello che si mangia) o ai metalli pesanti o chissà a che cosa. Vorrei farti ancora una domanda: da quando hai cambiato radicalmente la tua alimentazione sono uscite macchie nuove oppure la progressione della malattia si è fermata? Come ti trovi con Kellina e Vitix e come le usi? Associ anche la fototerapia?
(venerdì 26 ottobre 2012 alle ore 08:34)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao, ho intenzione di farmi mandare degli integratori da questo dottore dagli Stati Uniti. Qulcuno si intende di regole di dogana per importare integratori? Non vorrei venissero bloccati. Ho due indirizzi, uno in Italia e uno in Irlanda. Suggerimenti su quale usare? Grazie
(venerdì 26 ottobre 2012 alle ore 13:25)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Si Chirie, in effetti ne ho subiti di “E’ lo stress”, anche quando chiedevo al gastro di turno “Ma come fa un piatto di lasagne ad essere più stressante di un (tristissimo) riso in bianco??”. Ho visto solo un attimo di incertezza nei loro occhi, ma la diagnosi–salvagente dello stress era troppo comoda per non potersi aggrappare… Mi hanno salvato due cose: una l’approccio quasi “scientifico” alle prove che facevo, su consiglio di una nutrizionista ho tenuto un diario alimentare in cui registravo giorno per giorno le cose che mangiavo, incluso il grado di maturazione (se frutta) e il tipo di cottura, e le reazioni che avevo: se hai a che fare con il sospetto di essere intollerante a qualche cosa, è un cosa che assolutamente ti consiglio, perché ho scoperto che il nostro intestino è una macchina cosi complessa, che c’è chi è intollerante magari solo alla banana matura, ma non a quella acerba, la mela Fuji è molto diversa da quella Golden, e cosi via… La seconda è una frase del maestro-Pagano (libro di cui ti consiglio vivamente la lettura, a prescindere se tu abbia o meno la psoriasi) che in quel periodo mi ripetevo un po’ come un mantra: “Il successo non richiede spiegazioni, il fallimento non ammette alibi”. Grazie al mio diario, sapevo di aver ragione, e quindi…ho tirato dritto per la mia strada.
Anche sull’intossicazione da metalli pesanti sono d’accordissimo con te, credo che sia questa la causa di quei casi che sia Casarotti sia lo stesso Pagano non sono riusciti a risolvere, anche perché è una cosa difficile da diagnosticare (tra l’altro all’epoca di Pagano non credo nemmeno se ne sapesse dell’esistenza). Credo che ad oggi , l’unico esame certo sia quello delle urine da inviare in USA pre e post chelazione EDTA (se ti interessa, c’è in internet la storia di un ragazzo di Bologna, Matteo dell'Osso, interessantissima). Gli altri test (inclusi l’analisi del capello) secondo la mia personale opinione sono aria fritta. Proprio ieri ho letto un articolo sul free press metro che tal Antonietta Gatta (cito: “una dei 36 scienziati più importanti al mondo”) è stata insignita di un tal premio a livello mondiale perché ho trovato il modo, attraverso l’analisi dei tessuti, di verificare la intossicazione da nanoparticelle di metalli pesanti. Dice che i danni che fanno, una volta superati i filtri dell’organismo ed arrivati in un organo, sono notevoli (fino al caso noto dell’Ilva).
Quanto alla progressione, di sicuro si è fermata subito, se è dipeso dalla dieta o dal tempestivo uso delle “cremine” non saprei...la mia personale impressione è che sono cose entrambe utili, un pò come quando si ridipinge per togliere la muffa da una parete: bisogna prima “disinfettare” e poi ridipingere. Di sicuro le macchie nuove vanno aggredite subito, sia perché quando nuove sono più facilmente guaribili, sia perché eviti che si mettano in moto ad infettare zone di pelle vicine e si propaghino.
Uso la Kellina al mattino prima di uscire e il Vitix la sera, durante il periodo Aprile-Ottobre. Vitix mattino e sera nel periodo “invernale”, e devo dire che sulle macchie nuove la reazione c’è stata; tengo a precisarti però che la terapia IDI prevede nel periodo invernale una terapia diversa (Protopic, Immugen, altro.., che per mia scelta personale non voglio fare). Quanto all’esposizione, nessuna fototerapia, c’era solo l’indicazione di lavarsi dopo la Kellina ed esporsi al sole per 15 minuti, poi 20, poi crescendo, ma non potendolo fare se non nei 15-20 giorni di ferie estive, ho apportato la variante di non lavarla via, e beneficiare di quegli sprazzi di sole che prendo mentre vado in ufficio al mattino. Su questo punto, come ho detto nel post Sole SI-Sole NO, la mia impressione è che se la vitiligine è in fase progressiva, è meglio evitarlo, quando si è stabilizzata e serve ricolorare, allora dosi morigerate, possono essere utili.
Ciao
(martedì 30 ottobre 2012 alle ore 10:22)
Immagine non disponibile.
chirie
Grazie della tua risposta Micky, penso davvero che tu sia stato molto bravo. Per mia figlia che ha ora 8 anni devo aspettare un altro po', perchè non le posso spiegare lo stress da lasagne, per ora percepirebbe solo quello da riso in bianco (e per ora fortunatamente per lei la vitiligine non è affatto un problema, quindi non è motivata a curarla). Cerco solo di mantenere per tutta la famiglia una alimentazione "corretta", tanta frutta e verdura e poco di tutto ciò che secondo me le fa male (e già così è una guerra con l'alimentazione delle sue amichette che crescono a forza di Mulino Bianco). Io nel frattempo sto provando per me la dieta della Boroch (sono una emicranica cronica!), ma ora mi procuro il libro di Pagano. La storia di Dall'Osso l'ho letta. Bellissima. Sto cercando di mettermi in contatto con dott. che lo ha seguito per la terapia chelante (tanto ormai per la mia emicrania ho provato praticamente di tutto, questa mi manca).
Un'ultima domanda il Vitix e la Kellina si trovano facilmente in farmacia? Hai notizie di effetti collaterali? Per ora per mia figlia sto cercando di fare una cura a "impatto zero".
Grazie ancora
(martedì 30 ottobre 2012 alle ore 13:35)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
La kellina (4%) è una preparazione della farmacia, per cui qualunque farmacia (di fiducia) te la può fare. Il Vitix, che io sappia, lo vendono solo in Farmacia Vaticana, ma sapevo ci sono delle farmacie che possono farsi arrivare, dietro richiesta, dei prodotti dalla Farmacia Vaticana (ovviamente con un sovrapprezzo). La kellina costa una decina/quindici euro, invece il Vitix è costosetto, mi sembra sui 45-50 euro.
Non dovrebbero avere effetti collaterali (è il motivo per cui non faccio nè protopic nè immugen di inverno, anche io sono per le cure ad "impatto zero") ma non ti saprei dire con certezza. Ricordo che chiesi questa cosa a Tempista un tre anni fa e mi disse che il Vitix è tipo estratto di Cucumis melo, per cui dovrebbe essere tranquillo. Sulla Kellina non saprei.
(martedì 30 ottobre 2012 alle ore 15:33)
Immagine non disponibile.
chirie
Grazie!
(martedì 30 ottobre 2012 alle ore 16:45)
Immagine non disponibile.
cribalass
Ciao, ho visto che sul sito della ACM, che produce il Vitix, c'è anche il Viticolor, un gel che colora la pelle per 3/4 giorni, senza proteggerla e senza risvegliare la melanina, solo con effetto camouflage, che può essere usato con il vitix. Lo avete mai usato o ne sapete qualcosa? Ho un'amica di Roma che vedrò fra qualche giorno, pensavo di farmelicomprare alla farmacia vaticana. Grazie
(sabato 24 novembre 2012 alle ore 02:05)
Immagine non disponibile.
cribalass
Grazie Micky, condivido la tua scelta per le cure ad "impatto zero" e ti faccio i complimenti. Mi puoi spiegare perchè non fai fototerapia? la ritieni una terapia troppo aggressiva? Io devo iniziarla la settimana prossima, ma sono un po' titubante, non vorrei farmi del male più che del bene...
(martedì 27 novembre 2012 alle ore 23:11)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Ciao Cribalass, no, non faccio la fototerapia semplicemente perchè le macchie che attualmente ho sono poco "visibili" (contorno occhi -> "coperte" dagli occhiali, punta dita -> poco visibili e bacino -> non visibili), per cui il "costo"-beneficio (soprattutto in termini di stress di tempo) non vale assolutamente l'impresa. Anzi, se dovessi consigliare una, fra le tante terapie, soprattutto per attaccare le macchie in viso su cui sembra funzionare molto bene, consiglierei proprio la fototerapia (magari sempre cremine aggiuntive) perchè dai vari racconti letti, mi sembra quella che garantisca migliori risultati, soprattutto sul "breve" e soprattuto in viso, che è la nostra parte ovviamente più psicologicamente esposta. Sotto stretto controllo medico, per evitare gli eccessi che sono sempre negativi. In paralello procedere con la disintossicazione intestinale (che invece richiede più tempo per avere risultati).
Ciao
(mercoledì 28 novembre 2012 alle ore 09:59)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao Micky, riguardo la tua domanda di cui sopra del 24/10 (dove dici che uno sensibile al glutine lo dovrebbe essere verso tutti gli alimenti che lo contengono) sono ora in grado di darti piu delucidazioni e dirti che l'elemento che ci fa piu male a noi sensibili al Glutine e' la Gliadina che e' contenuta nel Grano. Altri tipoi di cereali che hanno glutine ma non sono cosi tossici per noi (o perlomeno per me) sono l'Orzo che non ha Gliadina ma Ordeina, Segale che ha la Secalina, Avena che ha la Aveninia. La Gliadina e' marcata come ++++ come tossicita nella celiachia, l'Ordeina e la Secalina come ++ e la Avenina come un + solo. Spero questa spiegazione sia piu chiara. Questa spiegazione puoi leggerla anche nel libro "Mal di glutine" (free ebook) che era stato pubblicato tempo fa nel Gruppo di Tempista su Facebook.
In altre parole questo e' il motivo per cui a me hanno tirato via il grano ma non gli altri cereali che contengono glutine.
Ciao
(domenica 2 dicembre 2012 alle ore 20:57)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Ciao Dude, io non so dove prendi le tue informazioni, ma anche su un banalissimo wikipedia puoi verificare che "La gliadina è una proteina componente del glutine, contenuta in particolar modo nelle farine di frumento, orzo, segale, farro, spelta e triticale". Come si fa a dire che l'Orzo, che ha glutine, non ha Gliadina?? E come dire che il mare non ha acqua...
(martedì 4 dicembre 2012 alle ore 10:34)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao Micky, il frumento contiene la A-GLIADINA, detta anche ALFA-GLIADINA. Altri tipi di Gliadina quali la Beta-Gliadina e la Gamma-Gliadina non sono tossici come la Alfa-Gliadina. Per questo il frumento e' il top per i sensibili al glutine. Le info le ho trovate sul libro che Tempista ha pubblicato su FB chiamato Mal Di Glutine. Cose trovate su Wikipedia o sui primi risultati che da Google non significa niente. Tanto per farti un esempio se Wikipidi Vitiligine ti riportano come terapie di maggior successo gli immunosoppressori, steroidi e tacrolimus. Ciao
(martedì 4 dicembre 2012 alle ore 19:37)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Dude, io ti ho parlato per esperienza personale, non per sentito dire/letto su google o facebook. Io, che non sono celiaco ma "solo" intollerante al glutine, ma lo sono in maniera “certa” (ossia reazioni "evidenti", non perché me lo dice una macchina o un test) l'ho provato realmente il Kamut, l’orzo, il farro (monococco...mi raccomando!) che dovevano essere “ben tollerate anche da chi è sensibile al glutine.”... Le ho provate, perché ci ho creduto alle "teorie"…che il Kamut è il "grano degli antichi egizi, giunto fino a noi incontaminato, e quindi ben tollerato anche da chi è sensibile al glutine". Cor cavolo!!! La reazione è stata la stessa (ripeto, reazione evidente, non opinione). L'ho provato l’orzo, che doveva fare "meno male"...Cor cavolo, uguale!
E ti parlo non solo della mia esperienza personale (magari ero sfigato io!), ma anche di quella di persone che mi è capitato di conoscere che sono "realmente" (quindi reazioni evidenti) intolleranti al glutine (e non celiache), e che mi dicevano che ugualmente non possono mangiare farro, orzo, etc… Poi magari ci sarà pure qualcuno intollerante al glutine che tollera meglio questo o quel cereale contente glutine (io stesso ben tollero una millefoglie, ma solo quella, fatta dalla pasticceria sotto casa…vai a sapere perché…), ma si tratta di maggiore o minore sensibilità individuale verso quel cereale/tipo di cottura, ma nulla toglie al fatto che, in generale, se sei realmente in tollerante al glutine, grano, farro, orzo, kamut, provocano la stessa reazione. Leggerò con attenzione il libro che mi hai consigliato per vedere se trovo qualche spunto interessante, ma difficilmente potrà convincermi di una cosa diversa da quella che provo sulla mia pellaccia. Poi, come hai detto giustamente tu e concordo, ognuno crede a quel che vuole ;-)
(mercoledì 5 dicembre 2012 alle ore 10:49)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao domanda: per chi conosce l'isomorfismo reattivo (fenomeno di Koebner), una persona ne e' soggetta o non soggetta o puo' essere che in alcune zone soggette a traumi/sfregamenti la persona ne e' soggetta e quindi si formano nuove chiazze mentre in altre zone del corpo la persona ne e' totalmente immune? Mi spiego meglio: se sei soggetto al fenomeno di Koebner, su ogni sfregamento/trauma/puntura che subisci ti si forma una chiazza sempre e indipendentemente dalla zona del corpo o puo' essere che in alcune zone del corpo se ne e' oggetti e in altre zone se ne e' immuni? grazie
(mercoledì 5 dicembre 2012 alle ore 12:47)
Immagine non disponibile.
dude
Ho fatto delle ricerche. Riportano che ricerche fatte sul fenome di Koebner rispecchia la teoria del "tutto o nulla" solo su vitiligini non segmentali generalizzate (macchie sparse un po a caso e spesso simmetriche tra i due lati del corpo), non rispecchia la teoria del "tutto o nulla" su vitiligini segmentali. Quindi su vitiligini generalizzate come e' la maggior parte di noi, o ce l'hai e si comporta cosi dappertutto in ogni parte del corpo o non ce l'hai e nonostanti ti graffi/gratti/ustioni non si presenta. Nel mio caso volevo capire se c'era una relazione tra le zone in cui mi grattavo spesso e le parti in cui la vitiligine si e' formata. Si e' formata si in zone in cui mi grattavo, ma anche in altre in cui non mi sono mai grattato o subito graffi/traumi/ustioni/punture. Inoltre in molte altre zone in cui mi grattavo o in cui ho subito graffi/traumi/ustioni/abrasioni/ferite non e' successo nulla quindi direi che in seguito alla teoria del "tutto o nulla" io sono immune dall'effetto Koebner. Se qualcuno ha esperienze contrastanti con quando detto lo puo riportare. grazie
(mercoledì 5 dicembre 2012 alle ore 16:49)
Immagine non disponibile.
dude
Volevo condividere con voi le due cure che sto portando avanti contemporaneamente e vedere la vostra opinione su quale vi convince di piu:

1) La cura Casarotti, basata su integrazione di acetil-metionina, nicotinamide, vitamine B3, B6, E e disintossicanti del fegato, con lo scopo di disintossicare l'organismo e sanare lo sbilancio immunitario che ha portato alla comparsa della vitiligine. Piu dieta senza elementi istaminico liberatori.
La teoria e' che il tutto parta da una intossicazione del Fegato e più in generale di tutto il corpo che, facendo leva su alcune "sfumature" genetiche, si avvia la malattia con un evento scatenante che può essere: un trauma emotivo, un trauma fisico, una cura antibiotica, un virus etc... Questi eventi possono generare grandi quantità di tossine, indebolendo il nostro organismo, lasciando terreno fertile ad micro-organismi che normalmente vengono tenuti a bada dal sistema immunitario. L'organo che ne fa maggiormente le spese è il Fegato, che svolge una serie di processi importantissimi (immagazzina il glicogeno, sintesi proteica del plasma), rimuove sostanze tossiche dal sangue. La cura serve ad integrazione di alcuni processi di disintossicazione ed alcuni disintossicanti fanno un vero e proprio lavoro di rimozione di tossine, altri agevolano la rigenerazione della ghiandola del Fegato e altri concorre ad una miriade di meccanismi molto importanti a livello dell'intestino.

2) La cura di un naturopata americano che mi segue e testa
kinesiologicamente, secondo il quale una intolleranza/sensitivita'
prolungata verso un alimento a lungo andare infiamma il digiuno intestinale,
particelle maldigerite tramite la leaky gut syndrome si immettono nel circolo
sanguigno e degli anticorpi anti-transglutaminasi si formano credendo di essere di fronte a corpi nemici e finiscono per attaccare invece i melanociti.
Il suo protocollo prevede il sanare le intolleranze alimentari, il
riparare l'infiammazione al digiuno intestinale, il ripulire dal circolo
sanguigno gli elementi maldigeriti e poi sanare scompensi nutrizionali a
livello di melanocita. Nel mio caso lui rilevo' che facevo fatica a digerire le
proteine, specialmente la gliadina. Quindi il protocollo e' stato di eliminare
il glutine, i latticini ma anche i cereali in generale. L'uso di enzimi
digestivi per digerire le proteine. L'uso di erbe a base di glutamina per
riparare l'infiammazione al digiuno intestinale, e l'uso di vitamine del gruppo
B, specialmente B5 e olio di semi di lino, omega3, probiotici, per stimolare i melanociti a produrre melanina. Nel suo pensiero, la maggior parte delle malattie autoimmuni vengono innescate nel digiuno intestinale infammato che fa passare corpi maldigeriti nel sangue e li avviene la formazione di anticorpi.

Sono due cure diverse, che le sto portando avanti insieme, con risultati
scarsi per ora. Quella di Casarotti da 4.5 anni ma li si sa che la cura potrebbe essere lunghissima. L'altra la porto avanti da 5mesi.
Due filosofie diverse, chissa chi avra' ragione col tempo.

A voi quale delle due filosofie vi convince di piu? E' un po dura portare avanti entrambe
(martedì 4 giugno 2013 alle ore 01:51)
Avatar_20131005135419.jpg
allenotna
ciao a tutti! mi sono iscritta da poco ma ho letto tutti i vs ..e non post sulla viti. mi presento: donna,42 anni ,sana,senza vizi di nessun tipo, convivo con la viti da nove anni.E morto il mio papa' e per ovvi motivi ho portato la mia croce senza ribellarmi.ora ho deciso di curarmi e mi sono recata a pisa dal dott.Menchini ...sono ancora all'inizio ma...leggendo tutto cio che c'e' qui dentro non mi lascia l'impressione di buttare le mie energie e non ultimo i miei soldi! leggo di disintossicazioni ma i bimbi affetti sono intossicati?? leggo di tutto ed il contrario di tutto, non so.....ridatemi fiducia!!
(martedì 4 giugno 2013 alle ore 17:43)
Immagine non disponibile.
dude
C'è un medico in svizzera che cura le malattie autoimmuni inclusa la vitiligine con dei vaccini contenenti elementi naturali. Si chiama Curdin Tschenett. Leggendo in vari blog si va da lui, ti fa un vaccino al momento in base al problema ma poi dura X mesi e bisogna tornare da lui non appena il problema ritorna. La sua mail è praxis.tschenett@bluewin.ch e il telefono 0041818585922. ci sono vari blog in giro per chi vuole approfondire. ciao
(lunedì 22 luglio 2013 alle ore 17:57)
Immagine non disponibile.
daphne
Ho letto un po' di cose sul dottor Tschennett, non so.. sembra che effettivamente nessuno sappia cosa contenga questo vaccino...e che i risultati siano temporanea, alcune persone parlano di 4 settimane. Andare in svizzera una volta al mese, a meno che non si è del Nord Italia, ha un costo proibitivo...Comunque mia madre è svizzera e le ho chiesto di fare una ricerca in tedesco su questo medico, spero di farvi sapere presto!
(martedì 23 luglio 2013 alle ore 21:27)
Immagine non disponibile.
dude
Qua parlano molto di questo medico in Svizzera che ti cura con un vacino contenente Peroxinorm/Drosera. In questo blog parlano soprattutto di psoriasi. La gente si reca da lui a fare il vaccino e poi deve tornare a rifarlo dopo qualche mese, 1-2-3, dipende. Lui asserisce che dopo alcuni richiami è sufficiente rifarlo una volta all'anno e bisogna recarsi da lui per farlo.

- http://ciut1968.blogspot.it/2008/02/curdin-tschenett.html
(mercoledì 24 luglio 2013 alle ore 00:03)
Immagine non disponibile.
dude
ho chiamato, hanno detto che non accettano piu pazienti nuovi perche ne hanno gia troppi. Dicono che hanno tanti pazienti con la vitiligine e i risultati sono buoni, fanno 3 vaccini a distanza di due mesi e poi il dottore decide ogni quanto fare il richiamo
(venerdì 26 luglio 2013 alle ore 19:08)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao qualcuno ha provato ad andare dalla Gabriella Mereu (www.terapiaverbale.it) per la vitiligine? Sul suo blog ci sono testimonianze di vitiligine guarite. In questi giorni è qua nel bresciano, ho preso un appuntamento per vedere cosa mi dice. ciao
(martedì 15 ottobre 2013 alle ore 17:47)
Immagine non disponibile.
dalmy72
Ciao Dude,
vorrei segnalare a tutti che Domenica 20 OTTOBRE 2013 la Dottoressa Mereu terrà il seguente Seminario:

LA MEDICINA DELLA CONSAPEVOLEZZA - LA TERAPIA VERBALE LETTURA DELLA METAFORA-MALATTIA, APPLICATA AI FIORI DI BACH CON MASSAGGIO

HOTEL TOGETHER
alle ORE 16.30/ 19.30

BAGNO A RIPOLI (FIRENZE SUD)
per informazioni e prenotazioni
filomena 347/8515036
filomenaluce@gmail.com

Secondo voi e' casuale che proprio il 20 ci vediamo tutti a pranzo a Firenze??
potemmo, ed io ci andrò, andare tutti al Seminario. Che ne dite?
(mercoledì 16 ottobre 2013 alle ore 14:59)
Immagine non disponibile.
dude
ho visto la Mereu questa mattina. le ho raccontato tutta la storia. mi ha detto di smettere ogni cura, compreso il metodo RQI di Marco Fincati e terapie di autoguarigioni simili (ad esempio le camminate giornaliere lungo un fiume che mi aveva prescritto un Dottore Raffaele Migliorini per la vitiligine) e fare una cura sua per 6 mesi, mi ha fatto i fiori di bach da prendere per bocca e da spalmare dopo la doccia. dice di aggiornarla ogni mese. a sto punto mollo tutto e faccio la sua cura. se non funziona poi cè sempre la cura Ayurveda che avevo già ordinato e che sta per arrivarmi. dice che in fondo a tutto c'è un sentimento di vergogna perché sono un timido. mi ha detto di guardare ogni fiore che mi ha dato e leggerne il significato su internet. a un certo punto mi ha interrotto e mi ha detto: "basta parlarmi di cure....che palle che noia camminare tutti i giorni, tu ora sei qui e fai la mia cura, non parlarmi più di altre cure, sai perché? perchè io sono un genio. e poi se fai più cure insieme e guarisci come fai a sapere a quale è dovuta". Quello che potrei fare è cominciare la sua cura subito e magari continuare le camminate per altri 2 mesi perchè mi fanno bene e mi fanno stare in forma, poi se in questi due mesi guarisco mi farò testare a quale delle due cure è dovuta la guarigione. e se tra 6 mesi non combino un cacchio ho come back up la cura Ayurvedica.

Se funziona è una cura semplicissima, si comprano i fiori in erboristeria per 10 euro e ti durano mesi, prendi le gocce 6 volte al giorno o come ti è più comodo, anche 4-7 volte al giorno a distanza di come ti è più comodo....1 ora, 2 ore insomma ogni volta che ci passi vicino al flacone prendi 4 gocce, e poi dopo la doccia prendere 10 gocce e spalmarle su tutto il corpo specialmente sulle macchie. niente pensieri di fare, niente restrizioni alimentari, niente sole, niente cose stressanti da fare, da ricordarsi.

Qui si trova più su di lei:
- http://terapiaverbale.blogspot.it/

Ha un gruppo chiuso su FB dedicato solo ai suoi pazienti:
- https://www.facebook.com/groups/278773878821829

ciao
(venerdì 18 ottobre 2013 alle ore 14:56)
Immagine non disponibile.
dalmata
ciao dude, mi potresti dire quali fiori di Bach ti ha consigliato?ho notato che ce ne sono diversi in commercio
(sabato 19 ottobre 2013 alle ore 12:38)
Immagine non disponibile.
dude
non ha senso elencarti i fiori in quanto lei valuta ogni paziente, ti fa scegliere delle cose, dei colori, ti fa scrivere delle frasi, analizza la grafia e in base a questi dati sceglie quali fiori darti. A me ha prescritto:
gorse
pine
wild oat
beech
heather
aspen
elm
star of bethlem
wild rose
cherry plum
star of bethlem
heather
clematis
larch
crab apple
honeysuckle
pine
(domenica 20 ottobre 2013 alle ore 02:42)
Immagine non disponibile.
aniram
Ciao Dude, volevo chiederti dove riceve e quanto costa la visita dalla dottoressa Meneu? Grazie
(domenica 20 ottobre 2013 alle ore 19:50)
Immagine non disponibile.
dalmata
ma saranno 200€ in fiori di Bach...e come si fa ad assumerli tutti insieme?
(domenica 20 ottobre 2013 alle ore 22:13)
Avatar_20160325232234.jpg
tempista
Ciao Dalmata,
non so in quale dosaggio sono stati prescritti a Dude però, si possono far fare delle preparazioni diluite con tutti i fiori (una boccetta). Io li ho assunti anche puri ma, ne prendevo soltanto due. (Consigliati da alcuni collaboratori della Mereu e poi confermati da lei stessa).
(lunedì 21 ottobre 2013 alle ore 15:28)
Immagine non disponibile.
dalmata
ciao tempista, ho letto un pò le descrizioni di ogni singolo fiore e ne ho scelti 2-3 che secondo me fanno al mio caso. Tu come li assumevi? 4 gocce di ciascuno sotto la lingua per 4 volte al giorno? grazie

A presto
(lunedì 21 ottobre 2013 alle ore 16:46)
Immagine non disponibile.
dude
Costa 90eur. Riceve un po in tutta italia, bisogna seguire dove si sposta per le conferenze. Guarda terapiaverbale.it e ti tieni aggiornata di dove si trova. Oppure puoi telefonarle e fare tutto per telefono. I fiori li fanno in erboristeria, a me sono costati 20euro. La dottoressa ti dice il dosaggio (di solito 4 gocce di ogni fiore per una boccetta da 100ml) diluiti con acqua e brandy se presi oralmente o diluiti in olio di oliva se applicati sul corpo. A me li ha prescritti da prendere sia oralmente 4 gocce 6 volte al giorno che applicare sul corpo 10gocce su tutto il corpo una volta al giorno dopo la doccia. Dice di fare la cura per 6mesi.
(lunedì 21 ottobre 2013 alle ore 16:51)
Immagine non disponibile.
dalmy72
Ciao ragazzi,

ieri sono stata ad un seminario della dottoressa Mereu Gabriella che cura attraverso al terapia verbale e i fiori di Bach. La Mereu e' un medico specializzata in odontoiatria ma il suo approccio e' anticonvenzionale fino al punto di negare l'esistenza di alcune malattie, riconosciute dalla MC (medicina convenzionale) e che lei ha curato, ad esempio la sclerosi a placche.
Incomincia dicendo che vuole insegnare a curarci da soli quando la MC il piu' delle volte si "inventa" malattie che non esistono per tenerti per mano e spennarti quattrini tutta la vita.
Lei associa ad una attenta e oltremodo empatica visita al paziente (nello specifico: empatia+osservazione della fisiognomica, atteggiamento e postura+ pazientese cioe' linguaggio che il paziente usa per descrivere la sua malattia) la terapia verbale (nello specifico: sblocco di traumi/blocchi convinzioni disfunzionali che creano problemi fisici attraverso la parola vedi www.terapiaverbale.it ) e il test di Kramer (metodo delle zone cutanee+ scelta del colore a cui corrisponde un fiore) per identificare il proprio profilo dei fiori di bach. Il sintomo e' infatti sempre interpretato in chiave psicosomatica con quindi radicate origini nel vissuto emozionale del soggetto. Durante il seminario ci ha insegnato ad usare i fiori chiamando le persone a farsi curare. Ovviamente mi sono presentata per vitiligine e altro, sempre problemi di natura "invasiva" che possono cioe' espandersi, e lei mi ha detto che sono timida (fase uno) e si vede ma che mi sforzo di non esserlo per cui divento chiaccherona e "invadente" (fase due) e nel caso poi non riesca nell'intento di andare oltre la timidezza soffro di depressioni intermittenti (fase tre). Queste tre fasi corrispondono al profilo timido e ad ognuno delle tre fasi corrisponde un fiore. A me ha dato l'HEATER di fase due (1 goccia x 6 v.te al gg per un anno) anche se non mi ritengo invadente. Inoltre ha detto che dietro alla vitiligine c'e' un senso di vergogna ed una eccessiva paura del giudizio altrui, quindi una forma di egocentrismo seppur nella timidezza, per cui si teme e ci si sente di essere sempre sotto i riflettori dell'attenzione altrui quando per la maggior parte dei casi no e' affatto cosi', alias gli altri si fanno gli affaracci loro e della tua vitiligine gli importa poco.
Ha poi aggiunto che la comparsa della viti e' legata alla figura materna che potrebbe essere stata assente fisicamente e/o emozionalmente, per cui si prova un disagio emozionale forte. Per quanto mi riguarda questo e' in parte vero, mia madre e' sempre stata presente fisicamente ma la sfera emozionale non l'ha mai considerata piu' di tanto.
Cio' che mi ha impressionato piu' di tutto e' la sua capacita' ad individuare i tuoi problemi/blocchi/disagi emozionali e/o esistenziali, ha sempre nei 10 casi trattati indovinato i problemi/disagi.
Ci sono stati diversi casi, alcuni gia' visti da lei in passato che hanno testimoniato positivamente circa la cura seguita.
Se avete domande sono disposta a rispondervi.
La seduta provata costa 90 euro, so che qualcuno me lo avrebbe chiesto.
Per far parte del suo gruppo su FB bisogna essere stati ad un suo seminario e aver lasciato il nome.
Vi faro' sapere come va su di me.
Salute e gioia
(lunedì 21 ottobre 2013 alle ore 17:38)
Immagine non disponibile.
sergio
Certo che una dott. che si autodefinisce "un genio" non mi ispira per niente. Anzi, mi ispira di mandarla a quel paese!
(mercoledì 23 ottobre 2013 alle ore 11:43)
Immagine non disponibile.
cribalass
Ho letto che i firoi di Bach dovrebbero essere presi in combinazioni di non più di 4 o 5 alla volta: In realtà nelcorsodel trattamento potrebbero servirne di più, ma vanno presi prima quelli che aiutano nelle problematiche più evidenti (solitamente le più "superficiali") per poi andare progressivamente più a fondo, come se si togliessero gli strati di una cipolla. Quindi mi sembra strano che vengano prescritti tutti insieme. Si fa un boccettino di acqua e brandy nel quale si mettono una decina di gocce per ogni tipo di fiore, e poi di questa soluzione se ne prendono 4 gocce sotto la lingua 4 volte al giorno lontano dai pasti, evitando di mettere in bocca per tutto il periodo menta, caffè e sigarette. Credoche queste indicazioni siano state date da Bach stesso e si trovano nei libri scritti dai suoi diretti collaboratori ed eredi
(giovedì 24 ottobre 2013 alle ore 19:31)
Immagine non disponibile.
dude
Consiglio di leggere il libro "La medicina della nuova era" di Oscar Angel Citro. L'ho caricato nella sezione documenti. Lui dice che un conflitto genera il blocco di un chakra, il quale genera una malattia. Sbloccando il chakra si ha una guarigione temporanea, risolvendo il conflitto a monte che ha generato il blocco, obbligatoriamente si ha la scomparsa della malattia, qualunque essa sia. Qui ne parla:

(mercoledì 6 novembre 2013 alle ore 19:08)
Immagine non disponibile.
dude
Un dottore mi ha scritto su facebook che lui ha una cura che funziona al 100% se la vitiligine è di origine microbatterica, altrimenti non funziona se ha di origine stress, nervosa o altro. La terapia è la seguente:
doxiciclina 100 mg al di 1 al di per 10 giorni a pranzo
desametasone 8 mg fiale una ogni 4 giorni per un mese
citozym sciroppo un cucchiaio al di a gdigiuno propulzim una dosa al di
insieme con citozym per un mese
SILIMARINA ALCALINA (sodio bicarbonato 350 mg - silimarina 350 mg) tali per
cp 120 ( preparato galenico va fatto con le dosi cosi come indicato) 4 cp
insieme al di a digiuno per un mese
BIOCHETASI ALCALINA 4 CP AL MATTINAPRESE TUTTE INSIEME formula galenica:
(sodio bicarbonato 436 mg - sodio citrato 232 mg - potassio citrato 27 mg
- tiamina - 27 mg - riboflavina 13.5 mg - piridossina 6.8 mg …) tali per
cp 120 ( preparato galenico va fatto con le dosi cosi come indicato) 4 cp
insieme al di a digiuno per un mese
ASEA SCIROPPO (REDOX) DISTRIBUTORE SU CASERTA GIOVANNI ANGELONE (.
serius51@yahoo.it) per un mese 3 dosi al di

infine ti consiglio una kelazione dda metalli pesanti fatta bene .. il mio
riferimento dalle tue parti e'

Dott. Francesca Zerba Medico Chirurgo Specialista in Medicina Fisica e
RiabilitazioneP.IVA 02201170244 - C.F. ZRBFNC59T55E522P Ambulatorio: Via
Magellano, 81 - S. Maria di Camisano – Vicenza Tel. 0444 610238 - Cell. 335
5846520 E-mail:francescazerba@alice.it

terapia per 30 gioni poi rivalutiamo
(lunedì 11 novembre 2013 alle ore 22:10)
Immagine non disponibile.
dude
Correggo, non "microbatterica" ma "micobatterica" cioè infezioni dovute a micoplasma.
(mercoledì 13 novembre 2013 alle ore 16:08)
Immagine non disponibile.
dude
Questo dottore dice:

I micobatteri geneticamente modificati sono difficili da trovare con normali tecniche di coltura.. o a ricerca antigene anticorpo proprio per il fatto che sono stati modificati e quindi non esprimono antigeni conosciuti.. Uno dei pochi farmaci in grado di interferire con il suo ciclo biologico è la doxiciclina ed e' anche il metodo più rapido per testare se è colpa loro se migliori li hai. Leggi questo articolo forse ti farà capire meglio:

- http://straker-61.blogspot.it/2008/09/micoplasma-lagente-patogeno-delle.html

La terapia che ti ho consigliato è la migliore. La seconda parte della terapia è la più importante quella biologica ma si da in base ad esami che mi manderai più avanti. La terapia biologica è tipo la Di Bella ma con farmaci e sostanze non riconosciute dalla farmacopea italiana ma da quella statunitense. Per le percentuali che mi chiedi di guarigioni non so sinceramente ho qualcosa come 200 persone che in italia hanno avuto mie terapie e quasi tutti non li conosco di persona solo da internet.. alcuni li seguo ancora .. altri sono guariti .. altri ancora hanno lasciato per i costi alti della bioterapia. inoltre tra qualche mese doveremo iniziare con le staminali ( non in italia) e li ti assicuro che avrai ciò che nessuno ti può offrire.

Per chi vuole provare la sua terapia può contattarlo: xxxx@xxxxxx.xx (omissis)
(domenica 17 novembre 2013 alle ore 20:54)
Immagine non disponibile.
giuliac
Ciao a tutti, ragazzi sono di Roma sapete consigliarmi qualche Dottore in gamba che mi faccia seguire una terapia. Dove ero in cura onestamente non mi sono trovata un granché bene e inoltre la dottoressa non mi sembrava molto specializzata sulla vitiligine. Aiutatemi grazie ciao a tutti.
(lunedì 18 novembre 2013 alle ore 22:14)
Immagine non disponibile.
girasole
Ciao, noi siamo di Roma. Dopo aver provato tante cure in giro per l'Italia, ora siamo approdati all'IDI dalla Dott.ssa Guerra Liliana (era nel gruppo della Dott.ssa Raskovich che sembra, ora, non ci sia più). Riceve per appuntamento, pagando il Tichet e puoi prenotare anche per telefono... e mi sembra abbastanza interessante. Forse le terapie sono blande (solo antiossidanti e vitamine e creme) ma devo confessarti che dopo tanto cortisone e lampade forse, nel nostro caso (siamo in 5 in famiglia con la Vitiligine) ci vuole un po' di riposo... eravamo veramente stressati. ...nell'attesa di nuove notizie (vedi Dott. Bordignon), un abbraccio a tutti.

Girasole & Family.
(martedì 19 novembre 2013 alle ore 10:00)
Avatar_20130131144849.jpg
micky74
Ciao Girasole, mi puoi dire se prescrivono ancora Kellina, Carotaben e Vitix d'estate e d'inverno Immugen e Protopic? (io ci sono stato 4 anni fa, e da allora sto facendo sempre questa...)
(martedì 19 novembre 2013 alle ore 10:23)
Immagine non disponibile.
giuliac
ciao grazie, veramente gentile. si anche io ho passato alcuni mesi di riposo mentale e non mi sembra aver visto peggioramenti evidenti. Purtroppo da qualche settimana causa problemi famigliari sto vivendo sotto stress continuo e mi sembra di aver notato una nuova macchietta. Ora voglio prendere appuntamento e sentire un po'. Intanto vi ringrazio di nuovo a presto.
(martedì 19 novembre 2013 alle ore 14:07)
Immagine non disponibile.
giuliac
ciao a tutti invece all' ifo ospedale san gallicano sempre a roma nessuno ha novita'?
tempo fa alcuni di voi mi sembra di ricordare che hanno avuto delle visite o ricordo male?
vi saluto a presto.
(martedì 19 novembre 2013 alle ore 14:12)
Immagine non disponibile.
girasole
Buongiorno a tutti, rispondo a Micky74,
io vado all'IDI con tutta la famiglia (!), e confermo la cura estiva, mentre per la cura invernale confermo IMMUGEN mattina e sera mentre a pranzo BENADON-ZINCO-ALASOD a mesi alterni + crema PPR Enzimatica mattina e sera. A mio figlio (fase molto estesa) ha dato anche la PPR in capsule per soli 2 mesi.
...devo essere sincero ...la cura mi sembra leggera anche se io spero sempre in un miglioramento invece penso che, la cura invernale, sia solo di preparazione a quella estiva con la Kellina.
Ciao (io tifo sempre per Bordignon...!)
(mercoledì 20 novembre 2013 alle ore 11:06)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao, per caso qualcuno di voi è stato da questo medico svizzero che opera a Mustair, Dr Curdin Tschenett. Lui usa un vaccino per tutte le allergie incluse le malattie della pelle. Il contenuto del vaccino è uguale per tutte le patologie ed è il seguente: Vaccino enzimatico polivalente omeopatico (Peroxinorm/Drosera compositum D3/Zytokine/Interleukine IL1-IL-23). Qui se ne parla: http://ciut1968.blogspot.it/2008/02/curdin-tschenett.html
So che la gente va la da lui ogni X mesi e si fa siringare. Per la psoriasi vanno la ogni mese, per la vitiligine la segretaria diceva che in media il vaccino va fatto ogni 6 mesi.
Io tempo fa avevo chiamato in segreteria e dicevano che avevano molti pazienti con la vitiligine, e che i risultati erano buoni. Bisognerebbe interpretare cosa significa buoni per loro. Qualcuno ci è stato?

Se qualcuno vuole indagare, il numero di tel dello studio è 0041818585922 e parlano italiano.

Ciao
(martedì 1 aprile 2014 alle ore 06:00)
Immagine non disponibile.
dude
Ciao, per chi ha la psoriasi oltre alla vitiligine, come la cura? grazie
(sabato 27 settembre 2014 alle ore 19:18)
Immagine non disponibile.
pakito
ciao dude sono Pakito paddre di due bambini affetti da vitiligine e il mio primo figlio ha la psoriasi al cuoio capelluto e lo curiamo con AROVIT gocce,shampoo Neutrogena extra forte e DIPROSALIC soluzione cutanea ,spero che possa aiutarti ciao
(venerdì 3 ottobre 2014 alle ore 20:58)
Per aggiungere un commento, devi eseguire il login oppure registrati.
User: Pass: Recupera password
© Copyright 2012 - 2019 Tutti i diritti riservati - WebMaster
Power By Tempista.it